Fondo Sanitario Integrativo: la circolare 2/2014 relativa agli adempimenti fiscali in dichiarazione dei redditi 
ai soci interessati

Vi informiamo che il Fondo Sanitario ha allocato sul proprio sito una circolare relativa alla normativa fiscale legata ai contributi e alle quote rimborsabili, comprese le "differite" dei rimborsi effettuati dall'ente.
Per renderne più agevole la lettura, la riportiamo integralmente nello spazio sottostante, ricordando in ogni caso che il collega Filippo Vasta è pur sempre disponibile come in passato a prestare la propria consulenza.

Milano, 11 marzo 2014 
AGLI ISCRITTI 
IN SERVIZIO E IN QUIESCENZA

Circolare N. 2/2014

Oggetto: adempimenti fiscali relativi al 2013

Gentili Iscritte/Iscritti, il Decreto Ministeriale sui Fondi Sanitari Integrativi, cosiddetto Decreto Sacconi, subordina l’accesso ai benefici fiscali all’obbligo di destinare una quota non inferiore al 20% dell’ammontare complessivo delle risorse destinate alla copertura di tutte le prestazioni garantite ai propri assistiti, per l’erogazione di prestazioni di assistenza odontoiatrica, di assistenza socio-sanitaria rivolta ai soggetti non autosufficienti e di prestazioni finalizzate al recupero della salute di soggetti temporaneamente inabili. 
Con l’approssimarsi delle scadenze fiscali previste per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi percepiti nell’anno 2013, attestato il superamento della suddetta percentuale, il Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo, iscritto all’Anagrafe dei Fondi Sanitari e operante negli ambiti definiti dal Decreto sopra richiamato, comunica quanto segue. 
La normativa fiscale vigente, alla quale, in ogni caso, si fa il più ampio rinvio, non riconosce la detraibilità delle spese mediche rimborsate dal Fondo per effetto di contribuzioni ad esso versate dal datore di lavoro e/o dall’iscritto, per sé e per i familiari beneficiari, anche se non fiscalmente a carico, in quanto dette contribuzioni non concorrono alla formazione del reddito imponibile nel limite complessivo di euro 3.615,20. 
Agli iscritti in costanza di rapporto di lavoro, il sostituto d’imposta, sui trattamenti economici erogati nell’anno 2013, ha provveduto ad operare la deduzione delle quote contributive corrisposte al Fondo fino all’anzidetto limite di euro 3.615,20. Dette quote trovano apposita evidenza nel relativo CUD. 
L’ammontare dei contributi versati dagli iscritti in quiescenza, dagli iscritti beneficiari delle prestazioni del Fondo di solidarietà del settore del credito (cd. "esodati"), o comunque non dedotti dal sostituto d’imposta, sarà oggetto di apposita certificazione contributiva che il Fondo invierà ad ogni avente diritto. 
Per beneficiare della deducibilità fiscale delle contribuzioni versate al Fondo, nei limiti stabiliti dalla normativa fiscale vigente, gli iscritti indicati al paragrafo che precede, dovranno indicarne l’ammontare nella propria dichiarazione dei redditi 2013. 
Qualora l’iscritto non benefici dell'agevolazione sulla totalità dei contributi versati in quanto l'importo degli stessi eccede il limite fiscale sopra indicato di euro 3.615,20, potrà portare in detrazione anche le spese rimborsate dal Fondo in proporzione alla quota di contribuzione eccedente. 
Conseguentemente, fatto salvo quanto specificato al paragrafo precedente, nei confronti dell’iscritto e dei propri familiari beneficiari delle prestazioni, nelle dichiarazioni fiscali di competenza dell’anno 2013, non sono detraibili/deducibili le spese sanitarie rimborsate dal Fondo nel periodo 1° gennaio – 31 dicembre 2013. 
Rimangono invece a carico degli iscritti e sono pertanto, nei limiti previsti dalla normativa fiscale, detraibili/deducibili nelle dichiarazioni dell’anno 2013: 

- le spese sanitarie sostenute nell’anno 2013 non rimborsate dal Fondo, quali: franchigie, oneri eccedenti i massimali o altre spese non rimborsabili; 
le cosiddette "quote differite" 2013, il cui rimborso, come previsto dallo Statuto del Fondo, è subordinato all’approvazione del Bilancio 2013, previo accertamento delle effettive disponibilità, sulla base del risultato d’esercizio. 
Dette "quote differite" erogate nel corso dell’anno 2014 e portate in detrazione/deduzione nella dichiarazione dei redditi 2013, dovranno essere assoggettate a tassazione separata nella dichiarazione dei redditi del 2014, da presentare nel 2015. 
Si precisa che tutti gli elementi liquidativi, utili a fini fiscali, sono comunque riportati nei vari prospetti di liquidazione predisposti da Previmedical in occasione delle singole pratiche di rimborso. Le copie possono essere stampate accedendo all’Area Iscritto del sito internet del Fondo. 
Per gli iscritti che nel 2013 hanno avuto accesso alle prestazioni tramite polizza 
UNISALUTE, il riepilogo dei rimborsi relativo al 2013, sarà disponibile direttamente nell’Area Riservata del sito della Compagnia. 
Rimborsi 
Per gli iscritti che hanno usufruito dell’assistenza a rimborso prevista dal Regolamento delle Prestazioni del Fondo, sarà reso disponibile on line il riepilogo dei rimborsi operati nel periodo 1° gennaio - 31 dicembre 2013. Detto riepilogo potrà essere consultato e stampato, a partire dal 
10 aprile 2014, accedendo all’Area Iscritto del sito internet del Fondo al seguente indirizzo:www.fondosanitariointegrativogruppointesasanpaolo.it  
Per gli iscritti in quiescenza e per gli iscritti in esodo che non dispongono di accesso internet, detto riepilogo dei rimborsi verrà inviato tramite posta entro il termine sopra indicato. 
Per gli iscritti che nel 2013 hanno beneficiato delle prestazioni tramite polizza 
UNISALUTE, il riepilogo dei relativi rimborsi, sarà disponibile direttamente nell’Area Riservata del sito della Compagnia. 
Contributi 
Per gli iscritti in quiescenza e per gli iscritti in esodo, a partire da quest’anno, sarà resa disponibile 
on line anche la certificazione dell’ammontare dei contributi corrisposti al Fondo Sanitario nel 2013. 
Detta certificazione potrà essere consultata e stampata, 
a partire dal 10 aprile 2014, accedendo all’Area Iscritto del sito internet del Fondo al seguente indirizzo: www.fondosanitariointegrativogruppointesasanpaolo.it  
La certificazione dei contributi corrisposti nell’anno 2013 sarà inviata a tutti gli iscritti in esodo e in quiescenza anche tramite posta entro il termine sopra indicato.

Il Direttore

Amici Comit - Piazza Scala
17 marzo 2013