FONDOCOMIT
Ultim'ora: i liquidatori avviano la procedura concorsuale per la distribuzione delle plusvalenze

Care amiche e cari amici, vi segnaliamo che i liquidatori hanno deciso di avviare immediatamente le procedure per la ripartizione del saldo residuo del patrimonio del Fondocomit.
Torneremo in argomento nei prossimi giorni, dopo una seria valutazione delle iniziative da consigliare agli aventi diritto. Per il momento trascriviamo senza commenti quanto risultante dalla G.U.
4 maggio 2013

FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE DELLA BANCA COMMERCIALE ITALIANA in liquidazione 
Ente Morale con R.D. 11/8/1921 n. 1201 
Iscritto all'Albo dei Fondi Pensione, I Sezione Speciale, al n. 1427 e al Registro dei Fondi Pensione dotati di personalita' giuridica al
n. 63, tenuti dalla COVIP 
Sede legale: via Brera, 10 - 20121 Milano 
Codice Fiscale e/o Partita IVA: Codice Fiscale 80017110158 
(GU n. 51 del 2-5-2013) 
Liquidazione speciale in bonis 
Il Collegio dei Liquidatori del "Fondo Pensioni per il Personale della Banca Commerciale Italiana in liquidazione" comunica che il detto Fondo e' stato dichiarato estinto con decreto in data 20 dicembre 2006 del Prefetto di Milano, a cui ha fatto seguito la nomina dei Liquidatori con provvedimento in data 22-27 dicembre 2006 del Presidente del Tribunale di Milano. 
Ora la Corte di Cassazione - con 25 analoghe sentenze, tutte deliberate il 17 ottobre 2012 e depositate fra il 12 novembre 2012 e
il 22 febbraio 2013 (numero 19656/2012, n. 19796/12, n. 19797/12, n. 19798/12, n. 19906/12, n. 20039/12, n. 20231/12, n. 20232/12, n.
20343/12, n. 20611/12, n. 20612/12, n. 20855/12, n. 21015/12, n. 21263/12, n. 21262/12, n. 21708/12, n. 21709/12, n. 21930/12, n.
21931/12, n. 22209/12, n. 23850/12, n. 889/2013, n. 1454/13, n. 2032/13 e n. 4540/13) - ha stabilito che tale Liquidazione provveda alla formazione dello stato passivo con le formalita' previste negli articoli 207-209 della legge fallimentare come richiamati, in quanto
applicabili, dall'art. 16 disposizioni di attuazione del codice civile. 
A norma dell'art. 208 legge fallimentare, i creditori possono chiedere mediante raccomandata, entro 60 giorni dalla presente pubblicazione, il riconoscimento dei propri crediti, comunicando il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (anche ai fini
dell'art. 207, quarto comma, legge fallimentare). 
Milano, 24 aprile 2013 
Per il collegio dei liquidatori 
Angelo Elia 
Pietro F. M. De Sarlo